Safe-direction

Il consumo di sostanze stupefacenti, compreso l’abuso di alcol, è un fenomeno rilevante nella vita notturna in Italia.

Risulta prioritario responsabilizzare il singolo cittadino e la collettività, attraverso il coinvolgimento attivo di adolescenti e giovani adulti, per contrastare i danni derivanti dall’utilizzo di alcol e droghe alla guida.

FAI IL TEST?

Un semplice test che ti aiuterà a capire che tipo di rapporto hai con l’alcol. È molto breve e occorre rispondere soltanto sì o no!

Ha preso il via “Safe Direction”

Un progetto finanziato dal Dipartimento per le politiche antidroga della Presidenza del Consiglio dei Ministri, per contrastare gli incidenti stradali droghe e alcol correlati.

L’obiettivo generale è la riduzione e contrasto del fenomeno della guida dei veicoli in stato di ebbrezza o in stato di alterazione dovuta all’assunzione di sostanza stupefacenti e psicotrope.

La sinergia tra i diversi attori coinvolti andrà a concretizzarsi in attività di ricerca e formazione, prevenzione, sperimentazione di nuove tecniche di controllo e prevenzione delle condotte contrarie alle norme di legge.

Il progetto prevede un impatto sulla popolazione di tipo trasversale con interventi di tipologie differenti: ricerca, prevenzione e informazione, controllo e contenimento del rischio.

Ogni partner si occupa in particolare dello sviluppo di azioni specifiche in collaborazione con gli altri in modo sinergico.

Aliseo, in qualità di ente attuatore del progetto, si occupa di attività di ricerca, prevenzione e sensibilizzazione giovani con incontri dedicati nelle scuole guida e formazione adulti di riferimento. Seguono le sei attività attraverso le quali si dispiegherà il progetto.

Attività 1

Informazione, prevenzione, sensibilizzazione e comunicazione. Sarà svolta dai soggetti attuatori, coordinati da Terra Mia onlus in co-progettazione con la Divisione Servizi Sociali, Socio sanitari, Abitativi e Lavoro della Città di Torino. Si declina a sua volta nelle attività seguenti.
Ricerca e valutazione: valutazione dell’efficacia delle varie azioni del progetto attraverso una ricerca condotta dall’Associazione Aliseo in collaborazione con il dipartimento di psicologia dell’Università di Torino.
Cambia la strada: formazione di gruppi di “peer education” (educazione alla pari) tra i giovani con lo scopo di ideare comunicazione nuova da diffondere per spingere, non solo i propri pari, ma diverse persone, a modificare le proprie abitudini e i propri comportamenti.
Quante ne sai: creazione di giochi e attività mirate all’informazione e alla rilevazione delle conoscenze sul tema del consumo di alcolici e sicurezza stradale nei locali e luoghi di consumo convenzionali.
L’intervento in strada e di prossimità: incremento e potenziamento degli interventi in strada attraverso l’utilizzo di una unità mobile, per la distribuzione materiale informativo, materiale di profilassi e misurazione del tasso alcolemico, nei contesti del divertimento notturno e in occasione di grandi eventi.
Moduli giovani: interventi formativi per i giovani dai 14 ai 30 anni che frequentano contesti quali società sportive, spazi aggregativi ed educativi, scuole guida.
Moduli adulti: interventi formativi agli adulti di riferimento dei giovani tra i 14 e i 30 anni.
Comunicazione e relazioni: implementazione e disseminazione dei risultati delle azioni tra i partner e implementazione di azioni simili in collaborazione con gli enti pubblici, in particolare Asl To3, To4, To5.

Attività 2

Basata su interventi di prossimità nei contesti di vita e divertimento, sarà svolta dal Dipartimento delle Dipendenze – Progetto PIN – ASL Città di Torino con l’ausilio di un camper o di banchetti all’interno di locali e/o spazi dedicati durante festival e grandi eventi, all’interno dei quali saranno effettuati counseling individuali o di gruppo, misurazioni del tasso alcolemico, somministrazione di questionari a tema, distribuiti alcoltest monouso, profilattici e materiale per la riduzione del danno (tappi per orecchie).

Attività 3

Incentrata sulla formazione dei soggetti operanti e sull’analisi e divulgazione dei risultati ottenuti tramite test, sarà sviluppata dall’Università degli Studi di Torino.

Attività 4

Sarà attuata dal Centro Antidoping “A. Bertinaria” e riguarda il prelievo di campioni on site per accertamento probatorio e analisi di conferma in laboratorio.

Attività 5

Svolta dalla Polizia Locale, riguarda la realizzazione di incontri formativi negli Istituti Scolastici, il coordinamento del progetto, compresa la mappatura delle località di intervento, la pianificazione dei controlli notturni e la formazione di personale qualificato per la successiva effettuazione di attività di accertamento attraverso la sperimentazione di nuove tecniche in tema di guida in stato di alterazione da sostanze stupefacenti e psicotrope, basate sull’analisi del sudore corporeo (in comparazione con l’analisi della saliva).