Mettiamoci al lavoro ma senza alcol

Realizzato con Progetto sostenuto con i fondi Otto per Mille della Chiesa Valdese<br />

Il progetto è sostenuto con i fondi Otto per Mille della Chiesa Valdese.

Interventi riabilitativi specifici per persone italiane e straniere con problematiche alcol-correlate (abuso e/o dipendenza), in condizioni di disagio sociale e con precaria o inesistente situazione lavorativa

Il progetto si colloca nell’ambito delle attività dell’ambulatorio di alcologia dell’Associazione Aliseo e sarà finalizzato ai seguenti obiettivi:

  • Accrescere la conoscenza delle opportunità trattamentali
  • Favorire l’emancipazione da sostanze alcoliche
  • Favorire la riscoperta d elle capacità relazionali
  • Favorire il raggiungimento dell’autonomia e il reinserimento sociale e lavorativo

Il progetto prevede la realizzazione di:

 

SPORTELLO DI ORIENTAMENTO TELEFONICO con le seguenti funzioni:

  • Dare informazioni relative a problematiche alcol-correlate;
  • Offrire un orientamento ai servizi socio-sanitari, alle agenzie di formazione professionale, agenzie interinali, CPI
  • Supportare telefonicamente situazioni di criticità e orientare ai servizi del territorio

INTERVENTI TRATTAMENTALI INDIVIDUALI E DI GRUPPO, in funzione delle caratteristiche della persona, del momento particolare che sta attraversando e degli obiettivi che si concordano.

  • Colloquio individuale settimanale: prevede un supporto psico-educativo finalizzato al raggiungimento di una condotta astinente, ad analizzare e rinforzare le competenze relazionali e sociali della persona, ad aumentare la motivazione al cambiamento, a prevenire le ricadute e a gestire le situazioni di stress.
  • Psicoterapie individuali brevi (5/6 mesi) con cadenza settimanale. Saranno impostati percorsi di psicoterapia breve con orientamento cognitivo-comportamentale.
  • Gruppi psico-educazionali: Il gruppo ha come obiettivi il potenziamento delle capacità di ascolto ed empatia attraverso il confronto, il rispecchiamento reciproco e la condivisione di un problema comune. L’esperienza di gruppo può permettere alle persone di sperimentare le proprie capacità relazionali e la possibilità di esser d’aiuto agli altri consentendo la ri/acquisizione di una maggiore autostima ed autoefficacia.
  • Gruppi di prevenzione alla ricaduta: i gruppi sono destinati a persone che hanno raggiunto l’astinenza dalle sostanze alcoliche e rappresentano una possibilità di confronto su strategie cognitivo comportamentali per il “fronteggiamento” di situazioni a rischio di ricaduta alcolica.
    Entrambi i gruppi saranno strutturati secondo dei moduli di 12 incontri ciascuno, condotti da 2 operatori (1 educatore e 1 psicologa) e avranno durata di 2 ore con cadenza settimanale.

COLLABORAZIONI PER INTERVENTO MEDICO-FARMACOLOGICO: il problema dell’abuso e della dipendenza da alcol necessita spesso anche di un intervento specialistico di tipo medico. Il progetto rispetto a questa esigenza si avvale della collaborazione di servizi pubblici (Ser.D e Servizi di Alcologia) e di strutture ospedaliere e Case di Cura.

SPORTELLO PER IL RECUPERO DELLE COMPETENZE LAVORATIVE

  • Colloqui finalizzati a recuperare le abilità residue e acquisire nuove competenze lavorative professionalizzanti per essere più spendibili nel mercato del lavoro ed avviare percorsi di orientamento e ricollocamento lavorativo attraverso i canali ad esso deputati
  • Orientamento ai servizi in materia di formazione professionale e lavoro
  • Supporto nella ricerca attiva del lavoro
  • Sostegno nella compilazione della modulistica varia (SPID, CV …)
  • Laddove necessario si provvederà a garantire un accompagnamento fisico ai servizi del territorio.

FAI IL TEST?

Un semplice test che ti aiuterà a capire che tipo di rapporto hai con l’alcol. È molto breve e occorre rispondere soltanto sì o no!